EMANAZIONE NORMA PER L’INSTALLAZIONE DELLE VIDEOCAMERE NEI MACELLI A TUTELA E DIGNITA DEGLI ANIMALI

Questa petizione sarà consegnata a:

ministero salute

1044 sostenitori


L’ Italia deve introdurre una legge che preveda l’obbligo di installazione delle telecamere nei macelli per fermare i maltrattamenti, migliorare la protezione degli animali negli ultimi istanti della loro vita.

Come ORA RISPETTO PER TUTTI GLI ANIMALI chiediamo quindi

  • Legge apposita per la tutela degli animali in questi luoghi
  • Telecamere nei macelli

Il momento della macellazione, insieme a quello del trasporto, è fra i più delicati in termini di protezione degli animali. Negli ultimi anni in Italia, diverse inchieste giornalistiche e delle ONG hanno dimostrato, grazie anche all’utilizzo di telecamere nascoste, casi di maltrattamento sugli animali. Una situazione, quella italiana, non differente da quelle francese e britannica dove le inchieste delle ONG L214 e Animal Aid, sempre per mezzo di telecamere nascoste, hanno documentato le violazioni e i maltrattamenti.

Anche nel momento della morte ci vuole dignita.

Vi ricordiamo inoltre quanto accaduto al CARREFOUR di Frosinone nel periodo pasquale, nel reparto carni: alcuni addetti avevano postato su FB, un selfie, con  un agnello macellato, in atteggiamento di dileggio nei confronti del povero animale.

Questo aveva sollevato l’ira degli animalisti, ma ciò che ha colpito, è che anche coloro che mangiano carne, hanno avuto commenti di disgusto e orrore per quanto messo in scena.

Segno, che le coscienze si stanno smuovendo.

E’ il momento di  trovare soluzioni condivise, a partire dalla possibilità di introdurre  nel nostro sistema legislativo, una legge che, preveda l’obbligo di installare impianti di videosorveglianza in tutti i macelli italiani.

Tale norma sarebbe di portata fondamentale per migliorare la protezione degli animali negli ultimi momenti della loro vita.

Precisiamo inoltre, che e telecamere nei macelli non possono in nessun modo sostituire l’attività di controllo dei veterinari nei macelli, ma possono essere strumento di supporto per affrontare alcune criticità, e per alzare i livelli di protezione animale, garantire il rispetto della normativa vigente; per limitare, tramite il suo effetto deterrente, le eventuali violazioni della normativa che tutela gli animali; documentare gli eventuali abusi o maltrattamenti nei confronti degli animali da parte del personale operante nel macello; coadiuvare, grazie alle immagini raccolte, la formazione del personale; prevenire gli incidenti e preservare la sicurezza del personale. Fondamentale, poi  è contrastare le cattive modalità di stordimento e abbattimento, migliorare le condizioni generale del benessere animale.

Paesi come Israele, a patire dal 2016, hanno reso obbligatoria la videosorveglianza con il controllo esterno in tutti i macelli.

In India, lo stato indiano di Uttar Pradesh ha reso obbligatoria la videosorveglianza in tutti i macelli.

In Inghilterra sono  state installate volontariamente telecamere nei macelli, nel 53% nei mattatoi di carne rossa e nel 71% di quelli di carne bianca

Le dieci più grandi catene di supermercati esigono che tutti i mattatoi che li riforniscono abbiano messo in opera la videosorveglianza. Inoltre più di 200 parlamentari hanno firmato una mozione a favore dell’introduzione di una legge che rende la videosorveglianza con controlli indipendenti obbligatoria. In Francia, a seguito della denuncia dell’ONG L214 che ha recentemente pubblicato una serie di video-choc all’interno dei macelli francesi, ha preso il via un dibattito nazionale sull’installazione obbligatoria di telecamere nei mattatoi.

Nei Paesi Bassi sono state installate volontariamente telecamere nei macelli di pollami e suini.

ORA RISPETTO PER TUTTI GLI ANIMALI si augura che al piu presto, anche in Italia introduca  una norma ad hoc che renda obbligatorio l’utilizzo delle telecamere nei macelli, affinché casi come quello scoperto nel 2017 in provincia di Frosinone non si ripetano più.