STOP ALLA FESTA DEL JUBILO A SORIA- SPAGNA

Questa petizione sarà consegnata a:

AUTORITA CITTADINE DI SORIA- SPAGNA

1205 sostenitori


In molte località della Spagna, nel week end più vicini al 13 novembre, si svolge una festa feroce, di origine pagana, conosciuta come Toro Jubilo (Toro di fuoco).

Molti spagnoli sensibili al tema animalista, hanno sollecitato e sensibilizzato  le autorità locali, affinchè, consapevoli della crudeltà inflitta ai tori durante questa festa, sostituissero  i tori veri con tori meccanici alle cui corna vengono attaccati petardi e fuochi d’artificio.

Nel comune di Medinaceli in provincia di Soria, invece, le tradizioni vengono fortemente rispettate e la festa si svolge come da copione con l’ausilio di tori vivi.

Il rituale consiste prima di tutto nell’immobilizzare il toro al quale poi vengono poste su entrambe le corna delle palle di pece a cui viene appiccato il fuoco. I poveri tori, in preda al panico, vengono lasciati correre all’impazzata per le strade o legati in aree circondate dalle quali non possono fuggire.

Le palle di fuoco bruciano per ore davanti ai loro occhi, provocando loro ustioni.

Terrorizzati, con i corpi bruciati, accecati vanno a sbattere contro le pareti o contro le recinzioni, fino a quando agonizzanti muoiono.

Molte volte i tori tentano di uccidersi lanciandosi proprio contro i muri per porre fine al dolore lancinante.

A fine festa le carcasse dei tori vengono divise tra i partecipanti per il consumo locale con la credenza che la carne di un animale torturato possa accrescere la loro fertilità e renderli invincibili.

Per chi vuole  esprimere il proprio dissenso ed esortare i funzionari di Soria a vietare la festa del “Toro di fuoco” già da quest’anno (dicendo loro che i viaggi per Soria saranno fortemente boicottati a causa di questa festa arcaica e sadica), può firmare questa petizione, che verrà inviata alle autorità che amministrano la località di Soria.