RACCOLTA FIRME CONTRO GLI ALLEVAMENTI INTENSIVI

Questa petizione sarà consegnata a:

Corte Costituzionale

3823 sostenitori


Il mondo sta fronteggiando una nuova ulteriore ed estrema intensificazione dell’allevamento che minaccia la natura, la salute e il nostro cibo.

La carne che viene venduta a buon mercato  l’agricoltura intensiva, non fa altro che il diffondersi incontrollato delle malattie, una velocissima perdita di biodiversità e una crisi alimentare che minaccerà seriamente la vita di miliardi di persone.

Gli animali da allevamento, loro malgrado, sono diventati nostri concorrenti alimentari: cereali e soia che potrebbero nutrire miliardi di persone vengono utilizzati come mangime animale. Tonnellate di pesce di piccola taglia viene destinato allo stesso scopo, sotto forma di farina di pesce.

L’uso di antibiotici è massiccio, tanto che senza di essi gli animali, costretti negli allevamenti al limite delle loro capacità fisiologiche, morirebbero.

Ma questo porta allo sviluppo di batteri antibiotico resistenti che minacciano gravemente la salute umana così come già denunciato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Anche l’ambiente paga un caro prezzo con l’inquinamento delle acque, dell’aria e del suolo, causato dallo smaltimento del letame di milioni e milioni di animali. A cui si aggiungono la deforestazione crescente e l’abuso di pesticidi connessi alla monocoltura della soia, spesso OGM,  utilizzata come mangime per gli animali da allevamento.

ORA- RISPETTO PER TUTTI GLI ANIMALI chiede anche l’istituzione di un’autorità amministrativa indipendente con diritti di visita senza preavviso nelle aziende agricole e nei macelli, con poteri investigativi sulle infrazioni contro gli animali, che possono essere indirizzati alle associazioni per il benessere degli animali di cui all’articolo Art. 544-ter. del codice di penale dei reati che possono costituire reati contro gli animali.